Le cefalee croniche con abuso di analgesici: percorso terapeutico multidisciplinare

Le cefalee croniche con abuso di analgesici: percorso terapeutico multidisciplinare

In occasione della  XI Giornata Nazionale del Sollievo
Incontro tra medici specialisti e cittadinanza all’Istituto Neurologico “C. Besta”

Domenica 20 Maggio 2012 – Ore 9.30-13.00
Biblioteca Centrale
Fondazione IRCCS Istituto Neurologico ‘Carlo Besta’
Via Celoria, 11 – Milano

Le cefalee croniche con abuso di analgesici: percorso terapeutico multidisciplinare
Il mal di testa curato con troppi farmaci diventa cronico e più difficilmente curabile.

I consigli degli esperti su come affrontarlo

Proseguono, dopo quello sull’emicrania, gli incontri aperti al pubblico, organizzati dal Prof. Gennaro Bussone, Responsabile del Centro per lo studio delle cefalee e algie cranio-facciali del Besta

Maggio 2012 – Le forme di cefalea cronicizzata a seguito dell’abuso di analgesici riguardano circa il 5% della popolazione. In altre parole,  3 milioni, più o meno, di persone aggravano la propria sofferenza assumendo in eccesso quei farmaci che servono a lenire il dolore senza però intervenire sulle cause del mal di testa.

Numerosi studi internazionali hanno evidenziato i costi sociali e l’impatto che questa patologia così dolorosa ha sulla vita lavorativa e familiare di questi pazienti.

“E’ noto agli addetti ai lavori e a chi ne soffre – sostiene Gennaro Bussone,  Responsabile del Centro per lo studio delle cefalee e algie cranio-facciali del Besta – quanto sia difficile trattare un paziente con emicranica cronica, che abbia anche un problema di abuso di farmaci. Lo verifichiamo, in particolare, con i pazienti che afferiscono a Centri Cefalee di terzo livello, come il nostro, avendo già tentato varie profilassi farmacologiche senza vantaggio alcuno, e costretti ad utilizzare in modo improprio farmaci sintomatici per poter  mitigare la pessima qualità di vita cui sono costretti dalla cronicizzazione della cefalea e  per continuare a svolgere, anche se con difficoltà, la loro attività lavorativa”.

Il dolore è componente importante nella vita di un paziente con cefalea cronica, oltre al senso di impotenza e frustrazione che è conseguenza di una reiterata sofferenza. Si impone quindi la necessità di sviluppare specifiche strategie terapeutiche che devono misurarsi con il riconoscimento di diversi fattori che contribuiscono allo sviluppo e al perpetuarsi dell’abuso di farmaci, non esclusi una attenta analisi dello stile di vita e dei comportamenti psicologici che possono reiterare il dolore.

In occasione della XI Giornata Nazionale del Sollievo, l’Istituto Besta organizza un incontro dedicato alla cittadinanza e ai pazienti per scambiare con loro opinioni e idee sulla tematica del dolore cronico, in particolare delle forme emicraniche croniche con abuso di farmaci.

Gli specialisti  che collaborano con il Centro Cefalee risponderanno anche alle domande al fine di supportare e aiutare con le metodiche terapeutiche citate (agopuntura, approcci comportamentali, neuro-modulazione e altri approcci chirurgici) la gestione di una situazione clinica così complessa.

 

Programma:
Dr Elio G. Marmondi: Apertura Lavori
Prof. Gennaro Bussone: Introduzione al tema delle cefalee croniche;
Dr.ssa Licia Grazzi: Il percorso diagnostico-terapeutico per il trattamento delle forme di cefalea cronica;
Dr.ssa Amalia Scola: L’agopuntura nel trattamento delle cefalee croniche;
Dr.ssa Orsola Gambini: La componente psico-emotiva  nelle forme di cefalea cronica;
Dr.ssa Fabia Schoss: L’ approccio di tipo cognitivo-comportamentale per la gestione delle forme di cefalea cronica;
Dr. Angelo Franzini: Possibilità terapeutiche di tipo chirurgico.

Per ulteriori informazioni:
Ufficio stampa Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta
Enrica Alessi (+39 335 8023380)
Sergio Vicario (+39 348 9895170)
Tel. +39 0271040091