Sport in inverno

Sport in inverno

sportL’attività fisica nei giorni rigidi dei mesi invernali, merita alcune attenzioni particolari e va commisurata alle capacità di allenamento e alle condizioni cliniche di ciascuno. Correre all’aperto se si è allenati e si sta fisicamente bene non ha controindicazioni, a patto di prestare alcune attenzioni; chi non è abituato o allenato però dovrebbe fare particolare attenzione.

Per chi desidera non rinunciare all’attività fisica anche in inverno ecco alcuni consigli della professoressa Daniela Lucini, professore associato all’Università degli Studi di Milano, Responsabile della Sezione di Medicina dell’esercizio e patologie funzionali in Humanitas.

  1. È consigliabile dedicarsi all’attività fisica all’aperto solo se si sta bene. Se si ha un po’ di influenza, il raffreddore o qualche malessere è meglio evitare di uscire per non aggravare la situazione. Se possibile poi, è preferibile scegliere le ore più calde della giornata.
  2. Occorre prestare attenzione ai pericoli legati all’ambiente e alla propria sicurezza personale: è consigliabile allenarsi in luoghi frequentati, illuminati e in cui è possibile chiedere aiuto se si ha bisogno.
  3. L’equipaggiamento giusto è ancora più importante in condizioni climatiche “estreme”: è dunque necessario indossare scarpe da corsa e un abbigliamento tecnico. Chi si allena a intensità elevate dovrebbe proteggersi dall’aria fredda che respira ricorrendo a uno scaldacollo o a una mascherina.
  4. Prima di iniziare l’attività fisica è importante dedicare qualche minuto allapreparazione muscolare praticando un po’ di stretching oppure, per chi va a correre, iniziando a camminare lentamente, aumentando via via la velocità fino ad arrivare alla corsa. Questa operazione va effettuata anche alla fine dell’allenamento.
  5. È importante non allenarsi a digiuno, ma nemmeno a stomaco troppo pieno: l’ideale è aver fatto uno spuntino e aver introdotto liquidi. Una volta conclusa l’attività fisica è bene coprirsi e magari bere qualcosa di caldo.