Una pillola al pomodoro potrebbe prevenire infarti

Una pillola al pomodoro potrebbe prevenire infarti

files.phpUn estratto anticancro trovato nei pomodori potrebbe anche prevenire malattie cardiache e ictus. Secondo un recente studio, una potente sostanza antiossidante che si trova in frutta e verdura, dilata i vasi sanguigni dei pazienti con malattie cardiovascolari di più della metà. La costrizione dei vasi sanguigni è uno dei fattori chiave che può causare un infarto e ictus. I medici ritengono ora che una dose giornaliera di licopene o “pillola di pomodoro” può ridurre il rischio di malattie cardiache, dilatando i vasi sanguigni. Con il licopene si migliora la funzione dei vasi sanguigni nei pazienti con malattie cardiovascolari. Rafforza la necessità di una dieta sana nelle persone a rischio di malattie cardiache e ictus. Una pillola che non deve sostituirsi ai farmaci in uso nelle terapie per le patologie a carico di cuore e arterie, ma che vada in aggiunta alle stesse terapie per fornire dei benefici in più. Infatti, precedenti ricerche hanno dimostrato che chi segue la dieta Mediterranea ricca di frutta, verdura e olio d’oliva riduce il rischio di subire infarti e ictus e quindi di sviluppare serie complicazioni cardiovascolari. La ricerca ha dimostrato che questo modo di mangiare riduce il rischio di ictus e infarti in pazienti ad alto rischio, o coloro che hanno avuto in precedenza la malattia. Un componente della dieta mediterranea pensata a svolgere un ruolo nel ridurre questo rischio è il licopene, che è 10 volte più potente della vitamina E. Il licopene è la sostanza che conferisce al pomodoro e alla sua buccia il caratteristico colore rosso, già conosciuta per i suoi effetti benefici per la salute umana.