Occhi arrossati

Occhi arrossati

occhi-arrossatiBruciore, sensazione di avere sabbia tra occhio e palpebra, lacrimazione in aumento e secrezioni : non sempre è congiuntivite, ma possono anche essere infiammazioni ed infezioni dei tessuti sottostanti alla congiuntiva, dei tessuti interni al bulbo, le lesioni o le sofferenze corneali.Gli occhi rossi potrebbero quindi essere il sintomo di un’episclerite o di una sclerite, oppure di un’uveite. Non bisogna inoltre dimenticare che promuovendo l’evaporazione della componente acquosa del film lacrimale anche il tempo passato di fronte allo schermo di un computer o di un televisore può portare ad arrossamenti degli occhi. In questo caso, è necessario integrare lo “scudo” lacrimale con prodotti scelti in base alle caratteristiche individuali della produzione delle lacrime.Se invece, alla base dell’arrossamento c’è un’infezione l’automedicazione è assolutamente vietata, perchè bisogna intervenire con prodotti a base di antibiotici. Nel caso di infezioni virali, è indicato l’uso di antivirali, antinfiammatori e sostituti lacrimali, mentre le infezioni fungine devono essere trattate con antifungini. Nel caso delle reazioni allergiche, si può intervenire con steroidi e stabilizzatori di membrana. In generale, bisogna ricordare che l’iperemia degli occhi è il segno che c’è qualcosa che non va e che va immediatamente individuato.