Diabete tipo 2: Xultophy, come funziona e vantaggi

Diabete tipo 2: Xultophy, come funziona e vantaggi

Agostino ConsoliDa poco disponibile in Italia la combinazione in rapporto fisso fra insulina degludec e liraglutide in un’unica penna. Prima e unica insulina basale potenziata con un agonista recettoriale del GLP-1, in mono somministrazione giornaliera. Migliora il controllo del diabete, riduce le ipoglicemie e il peso corporeo rispetto all’insulina glargine.

L’utilizzo prolungato dell’insulina, anche per tutta la vita, è una metodologia totalmente innocua per la salute in generale oppure ha controindicazioni a lungo termine? L’insulina è un ormone “endogeno”, come tale la terapia insulinica non è in se stessa “pericolosa”. Tuttavia, quando la insulina viene  somministrata come farmaco, la sua concentrazione in circolo non può  essere finemente regolata come accade con la insulina endogena, la cui  secrezione da parte del pancreas endocrino è strettamente regolata  dalla concentrazioni di glucosio nel sangue. Quindi, la terapia  insulinica espone comunque al rischio di ipoglicemia (valori di  zucchero nel sangue troppo bassi, che sono molto pericolosi in acuto e  comunque dannosi in cronico) e si accompagna spesso ad un indesiderato  ed eccessivo aumetno ponderale.

La nuova insulina è già disponibile in commercio? Il farmaco di cui stiamo parlando (Xultophy) è in realtà una  combinazione di una insulina di ultima generazione (Insulina Degludec)  e di una molecola non insulinica, che è un agonista del Glucagon Like  Peptide-1 (Liraglutide). L’aggiunta di Liraglutide  nella formulazione  rende la terapia insulinica più efficace e più sicura. Sì, il farmaco  Xultophy è già in commercio in Italia ed è rimborsato, dietro  compilazione di un Piano Terapeutico da parte dello Specialista, in 17  regioni su 21

Ci sono state prove effettuate su campioni di persone affette da diabete tipo 2, che da questa nuova tipologia di insulina hanno riscontrato miglioramenti sia in termini di salute che di qualità della vita? In realtà non si tratta di “prove” ma di studi randomizzati  controllati che hanno arruolato (in totale) oltre 2,000 soggetti con  diabete di tipo 2. questi studi hanno dimostrato che il farmaco è  efficace e sicuro e che può migliorare il controllo metabolico e la  qualità di vita in un cospicuo numero di soggetti che abbiano le  caratteristiche per le quali il farmaco è indicato.InsulinaDiabete

Quali sono i vantaggi e le differenze rispetto alla classica insulina. Il principale vantaggio consiste nel fatto che con questa nuova  formulazione è possibile raggiungere un controllo migliore della  glicemia con una sola iniezione giornaliera, con basso rischio di  ipoglicemia e con possibilità molto maggiori di controllare il peso in  maniera adeguata.