XXI Giornata nazionale della donazione e trapianto Domenica 27 maggio, per il terzo anno consecutivo Piazza di Siena ospita la Giornata Nazionale per la Donazione e il Trapianto di Organi e Tessuti.

L’iniziativa è promossa dal Ministero della Salute e dal Centro Nazionale Trapianti, in collaborazione con le associazioni di settore.

In una rinnovata Villa Borghese, l’evento sportivo dedica uno spazio ai bambini delle scuole primarie che potranno partecipare al “Battesimo della Sella”, un percorso didattico inserito nella Pony City, antistante al Tempio di Diana.
In questo contesto si inserisce la collaborazione con il Centro Nazionale Trapianti per la Campagna nazionale di comunicazione “Diamo il meglio di noi” di cui FISE è partner storico. Ogni bambino riceverà un coloratissimo braccialetto con il logo della campagna che gli permetterà di accedere all’area pony. Inoltre, per tutte le classi delle scuole elementari di Roma che parteciperanno al “Battesimo della Sella” sarà disponibile il kit Salvo e Gaia – Un regalo che vale una vita, un prodotto del Ministero della Salute e del Centro nazionale trapianti pensato per sensibilizzare i più piccoli al tema del dono.

Entro l’estate, inoltre, sarà promossa dal Ministero della Salute una campagna di comunicazione e sensibilizzazione sulla donazione di organi attraverso la veicolazione, sulle reti nazionali e sulle principali emittenti private, di uno spot video e uno spot radiofonico da 30 secondi.

DONAZIONI E TRAPIANTI DA RECORD NEL 2017
Il report annuale dei dati 2017 su donazione e trapianto in Italia registra un aumento netto su tutti i fronti, un record mai raggiunto nel settore dei trapianti negli ultimi dieci anni. Crescere il numero delle donazioni e dei trapianti di organi, tessuti e cellule e a beneficiare di questo trend positivo sono i pazienti in lista di attesa che, per il secondo anno consecutivo, registrano un calo.

Un quadro complessivo molto positivo per il numero dei trapianti che nel 2017 ha segnato il +6% rispetto all’anno 2016 con 3.921 interventi totali (organi prelevati da donatore deceduto e vivente).

Con l’aumento delle donazioni e dei trapianti si registra una flessione dei pazienti in lista di attesa; al 31/12/2017 i pazienti in lista sono stati 8.743 mentre al 31 dicembre dell’anno precedente erano 9.026.

A questo trend positivo hanno contribuito senz’altro le campagne realizzate negli ultimi anni che testimoniano la necessità di continuare a promuovere la cultura della donazione.

 

FONTE: http://www.salute.gov.it